Homepage Email Skype Maps Previsioni Meteo Ferrara Webcam Ferrara Time Partner Sitemap

Sagra dell' Anguilla

A Comacchio con la guida

Il Delta che non conosci

Visite Guidate a Ferrara

 
Gastronomia » GASTRONOMIA
 
Portare a casa un pezzetto di Ferrara ...
Questo è possibile se si decide di approfittare delle tante occasioni offerte dai negozi di artigianato locale, o di assaggiare i prodotti della cucina che possono essere acquistati e portati con sé senza alcun problema.
Che cos’è la Salama da sugo e come si cuoce" Quali sono i vini tipici della zona" A questa e tante altre curiosità è possibile trovare risposta consultando questa sezione del sito, dove si trovano tutti i prodotti tipici e gastronomici con  le nostre ricette suggerite.
Tra le curiostà rientrano anche le vite di personaggi famosi, artisti, pittori, scrittori, che in qualche modo hanno legato il proprio nome a quello di Ferrara. 
Le tradizioni popolari contadine, con i loro gusti semplici e naturali, si fondono con le memorie degli elaborati cibi della corte ducale, per dare origine alla cucina ferraresee ai suoi sapori particolari. Accanto alle Lasagne e ai cappelletti (variante locale dei tortellini), sono popolarissimi i "cappellacci" ripieni di zucca e parmigiano, oltre a tutti i tipi di pasta fresca all’uovo: quella per intendersi, che nelle grandi famiglie patriarcali veniva preparata dalla "azdòra" (colei che dirigeva la casa). Altrettanto popolari sono i "passatelli", ottenuti con un impasto di pane grattuggiato, uovo e parmiginano, fatto passare per uno stampo apposito per ottenere dei saporiti vermicelli che cadono direttamente nel brodo bollente di gallina dove cuocioni in pochi minuti. Da non dimenticare il Pasticcio di maccheroni, vero trionfo delle antiche tradizioni cortigiane: una crosta di pasta dolce che contiene maccheroni in besciamella e rag- bianco, insaporiti da funghi e tartufo. Il Più famoso tra i cibi di Ferrara è certamente il pane, chiamato "coppia" (in dialetto "ciopa"), inconfondibile per la forma contorta ed elaborata che gli fu probabilmente data da Cristoforo da Messisburgo, cuoco di Alfonso I ed Ercole II d’Este. Tra i secondi trionfa la Salama da sugo, regina delle tavole festive: una mescolanza inusuale di carni di maiale, insaporite da vino e spezie e lasciate ad essiccare per mesi nel loro involucro rotondeggiante . Si mangia accompagnata da un purè di patate che ben si sposa con il suo sapore forte. Con il maiale di producono poi il tipico salame all’aglio, i cotechini e i salamini da cottura, a cui si aggiungono, fra i secondi, i piatti a base di pollo e di gallina faraona. Pampepato è il nome del Più tipico dolce ferrarese, inventato secoli fa dalle monache del venerato convento del Corpus Domini e un tempo prodotto in casa per le festività natalizie (gli anziani lo chiamano ancora "pan da Nadàl") : si tratta di un pan di spezie al cioccolato arricchito da una profusione di mandorle e canditi e rivestito da una spessa crosta di ciccolato fuso. Vi sono poi la torta di tagliatelle , la ciambella all’uovo o "brazadela", e una profusione di biscotti e pasticcini, tra cui i "mandurlin dal pont", croccanti e dolcissimi.
 
 
Agriturismo Novara
Via Ferrara, 61 44020 Dogato di Ostellato (FE)
Tel.: +39 0533651097 / 3384713286 - Fax: +39 0533652042
Email: info@agriturismonovara.it
Web: www.agriturismonovara.it
© 2018 Agriturismo Novara - P.Iva: 00191170380
Web development UTILITY STUDIO